Si intitola “Acusada” la pellicola del giovane regista argentino Gonzalo Tobal, in concorso nella 75esima edizione della Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica (con Leonardo Sbaraglia, Lali Espósito, Inés Estevez, Daniel Fanego, Gerardo Romano, Gael García Bernal), riflessione sull’attenzione che il pubblico dedica ai fatti di cronaca nera. Fuori concorso l’attesissimo e carico di sense of humor “Mi Obra Maestra” di Gastón Duprat e “La Quietud” di Pablo Trapero, che racconta di tragiche storie familiari sullo sfondo della dittatura militare.

Definito un’intrigante celebrazione alla vita il documentario di Gaston Solnicki “Introduzione all’Oscuro”. Due sono i cortometraggi presenti, “Metro Veinte: Cita Ciega” di María Belén Poncio e “Los Bastardos” di Tomás Posse, entrambi focalizzati sulla gioventù argentina, con le paure, le crisi e i sentimenti che vivono gli adolescenti di oggi. Degna di nota la collaborazione fra Argentina e Uruguay nel finanziamento di “El Pepe, Una Vida Suprema” di Emir Kusturica, e di “La Noche de 12 Años” basato sulla storia vera di Pepe Mujica, del regista uruguayano Alvaro Brechner, coprodotto insieme a Spagna e Francia.

È senza dubbio un grande momento per il cinema sudamericano, che consolida ogni anno la sua presenza nei grandi Festival.

 

BIENNALE CINEMA 2018

75. MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA

29.08 – 08.09.201

Festival del Cinema di Venezia: Argentina presente con svariate opere cinematografiche, coproduzioni e finanziamenti

LIDO DI VENEZIA

Info: http://www.labiennale.org