In questo giorno di celebrazione nazionale in cui l’Argentina festeggia la Rivoluzione di Maggio e la costituzione di un primo governo indipendente dalla madrepatria spagnola, inaugura la 16a. Edizione della Biennale di Venezia, quest’anno dedicata all’architettura. La nazione sudamericana presenta Vertigo Horizontal, un progetto che promette di far perdere la nozione di equilibrio tramite la relazione fra gli spazi architettonici e geografici. Vertigine Orizzontale propone un dialogo trasversale e invita a riflettere sulla costruzione collettiva del territorio, l’incidenza del paesaggio e la singolarità dell’opera,che tracciano una linea contigua. Individualità e collettività rappresentano la risposta ad un processo di evoluzione dell’architettura argentina negli ultimi decenni, delineato dalla proposta espositiva attraverso una selezione di opere dallo spirito democratico, con bozzetti quali simbolo di un momento creativo libero e primitivo. Al centro una struttura in cristallo racchiude un frammento di pianura che rispecchiandosi nelle pareti inganna lo spettatore, proiettandolo nella caratteristica pampa argentina. I progetti esibiti rispondono ad un principio enunciato da Freespace e dalle curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara, con un orizzonte inevitabilmente aperto e indefinito.

PADIGLIONE ARGENTINO, 16. MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURABIENNALE DI VENEZIA

VERTIGINE ORIZZONTALE

Curatori: Javier Mendiondo, Pablo Anzilutti, Francisco Garrido e Federico Cairoli

Inaugurazione ufficiale 25 maggio alle 17.00

26.05 – 25.11.2018

SALA D’ARMI, ARSENALE DI VENEZIA

Dal martedì al sabato, dalle 10.00 alle 18.00

Info: http://www.labiennale.org